Criteri di fruizione formazione aggiornamento del personale

IL Dirigente Scolastico

Visti gli artt.6 comma 2lett.d e 64 comma 13 del CCNL vigente 2006/2009 Vista la L. 107/15

Visto l’art.395 Dlgs 297/1994 Fornisce alla RSU l’informazione preventiva ai sensi dell’art 6 comma 2 del CCNL, relativa ai criteri per la fruizione dei permessi per la formazione e l’aggiornamento professionale del personale docente e ATA

Art.1 

La fruizione da parte del personale docente ,dei 5 giorni nel corso dell’a.s. per la partecipazione ad attività di formazione e aggiornamento con esonero dal servizio, è autorizzata :

  • per i corsi organizzati dall’Amministrazione centrale e periferica
  • Altre Amministrazioni pubbliche /Enti qualificati e accreditati
  • Corsi organizzati in rete con altre scuole e coerenti con le attività formative previste nel Piano Triennale dell’Offerta Formativa

Art. 2 CRITERI SPECIFICI

in caso di concorrenza di più richieste coincidenti con lo stesso periodo/data, sarà data priorità :

  • ai docenti a tempo indeterminato ? coerenza del corso con la disciplina di insegnamento
  • coerenza del corso con l’incarico svolto all’interno dell’istituto
  • docenti che hanno diritto a completare la formazione avviata nel precedente a.s.
  • docenti neo assunti
  • docenti che non hanno mai fatto richiesta di partecipazione o hanno partecipato ad un numero inferiore di iniziative
  • Docenti con minore anzianità di servizio e che presumibilmente permangano in servizio nell’istituzione

Art. 3

I cinque giorni di permesso si intendono complessivi tra i corsi in cui il docente è discente e quelli in cui è formatore. 

Art. 4

I permessi per la partecipazione ad attività di formazione e aggiornamento devono essere richiesti al Dirigente Scolastico almeno cinque giorni prima della data di svolgimento del corso.Al rientro in sede il docente è tenuto a presentare al DS l’attestato di partecipazione.

PERSONALE ATA

Art. 5

Il personale ATA ,previa autorizzazione del DS, partecipa ad attività di formazione e aggiornamento in relazione al funzionamento del servizio,promosse e gestite dall’Amministrazione centrale e periferica; da Enti qualificati ed accreditati.

Art.6

La partecipazione alla formazione avviene nel limite delle ore necessario alla realizzazione del processo formativo e all’attuazione dei profili professionali, salvaguardando la piena funzionalità dei servizi dell’istituto.

Art. 7 il personale che partecipa ad iniziative di formazione e aggiornamento in orario extra lavorativo, può recuperare,a domanda, le ore eccedenti in periodi di sospensione delle attività didattiche ,previa esibizione dell’attestato di partecipazione al corso con l’indicazione del numero delle ore effettivamente svolte.

Art. 8 Qualora pervengano più domande di partecipazione per lo stesso corso di formazione in tutto o in parte coincidenti si darà priorità:

Al criterio dell’alternanza per la partecipazione a corsi di formazione sulla sicurezza e primo soccorso;

  • Al criterio dell’alternanza per la partecipazione ad iniziative di formazione in ragione delle mansioni svolte per migliorare il servizio ed il proprio profilo professionale.
  • ? Al personale neo assunto

Art. 9

Il personale autorizzato alla partecipazione dei corsi con esonero dal servizio dovrà presentare l’attestato di partecipazione al corso con l’indicazione delle ore effettive svolte.

Art. 10

Le richieste di autorizzazione di esonero dal servizio per la partecipazione alle attività di formazione e aggiornamento devono essere inoltrate almeno cinque giorni prima lo scolgimento dei corsi. Il Dirigente Scolastico Prof.ssa Clotilde Marcellina Riccitelli