Sei interessato al percorso sala e vendita? Leggi questo articolo

Nell’articolazione “Servizi di sala e vendita” il diplomato  è in grado di svolgere attività operative e gestionali in relazione all’amministrazione, produzione, organizzazione, erogazione e vendita di prodotti e servizi enogastronomici; di interpretare lo sviluppo delle filiere enogastronomiche per adeguare la produzione e la vendita in relazione alla richiesta dei mercati e della clientela; di valorizzare i prodotti tipici locali, interagendo con il cliente per trasformare il momento della ristorazione e della degustazione in un evento culturale.

L’ indirizzo Sala e vendita consente agli studenti di entrare nel vasto mondo della sala e del bar per apprendere le importanti competenze che li renderanno figure professionali particolarmente richieste da strutture alberghiere e ristorative.

Il profilo disegnato dal percorso di pratica e di studio investe, infatti, diversi aspetti della professionalità necessaria per operare nelle strutture ricettive turistiche.

Nello specifico, il diplomato di questo indirizzo sarà chiamato a svolgere attività operative ed organizzative, dal “barman” al “maître”, operando professionalmente e creativamente nella valorizzazione del servizio di sala e dell’enogastronomia.

Dalla teoria alla pratica, la formazione offerta dall’indirizzo prepara i futuri professionisti ad affrontare le tradizionali e nuove richieste dei servizi turistici e ristorativi, formando operatori capaci d’essere al servizio del ristorante, nonché “ambasciatori della cucina”, narratori del bar e del mondo enogastronomico.

A conclusione del percorso quinquennale, i diplomati nelle relative articolazioni “Enogastronomia” e “Servizi di sala e di vendita”, conseguono i risultati di apprendimento di seguito specificati in termini di competenze.

  1. Controllare e utilizzare gli alimenti e le bevande sotto il profilo organolettico, merceologico, chimico-fisico, nutrizionale e gastronomico. 
  2. Predisporre menu coerenti con il contesto e le esigenze della clientela, anche in relazione a specifiche necessità dietologiche.
  3.  Adeguare e organizzare la produzione e la vendita in relazione alla domanda dei mercati, valorizzando i prodotti tipici.